Sei in: Home > Corsi di insegnamento > Urgenza e terapia intensiva - D.M. 509/99
 
 

Urgenza e terapia intensiva - D.M. 509/99

 

Anno accademico 2017/2018

Codice attività didattica
M0483
Docenti
Dott. Massimiliano SCIRETTI (Docente Responsabile del Corso Integrato)
Dott. Giorgio CARBONE (Docente Titolare dell'insegnamento)
Prof. Anna MAZZEO (Docente Titolare dell'insegnamento)
Corso di studio
[f070-c701] INFERMIERISTICA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI INFERMIERE)
Anno
3° anno
Tipologia
Di base
Crediti/Valenza
5
SSD attività didattica
MED/18 - chirurgia generale
MED/41 - anestesiologia
MED/45 - scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Obbligatoria
Tipologia esame
Orale
 
 

Programma

Obiettivi formativi   

Al termine del corso lo studente deve essere in grado di:

Gli argomenti inseriti tra le parentesi sono verosimilmente di competenza di altri C.I.

Obiettivi relativi agli aspetti generali dell’area critica:

1.    Descrivere i concetti di area critica, di persona in condizioni critiche e specificità dell’assistenza infermieristica in area critica (e della responsabilità professionale nelle attività di emergenza – org. Prof. 3).

2.    Descrivere il concetto di emergenza, urgenza, catena del soccorso e della sopravvivenza.

3.    Il Sistema di Emergenza Sanitaria: l’organizzazione del sistema sanitario extra ed intra ospedaliero.

4.    Descrivere le caratteristiche strutturali ed organizzative di: Pronto soccorso, rianimazione ed altre terapie intensive (e camera operatoria) -

5.    Descrivere il concetto di triage nei suoi vari ambiti di applicazione: catastrofi, luogo dell’incidente,  pronto soccorso

 

Obiettivi relativi agli aspetti etico-relazionali dell’area critica:

 

6.    Descrivere  i concetti di morte cerebrale, accanimento terapeutico .

7.    Riconoscere e descrivere le principali modalità gestionali delle proprie reazioni emotive in specifiche situazioni critiche

8.    Descrivere le particolarità della relazione  con il paziente in situazioni critiche ed i suoi familiari/persone significative e le relative modalità di supporto relazionale

 

Obiettivi relativi agli aspetti clinici dell’area critica:

9.    Definire la metodologia di approccio al paziente critico e le misure di stabilizzazione delle funzioni vitali: valutazione e stabilizzazione primaria e secondaria.

10.  Riconoscere le più comuni situazioni cliniche d’urgenza, sapendone identificare la semeiotica, interpretare la fisiopatologia, prevedere la possibile evoluzione, descrivere il percorso diagnostico e terapeutico e pianificare l’assistenza in caso di:

-          Arresto cardiocircolatorio

-          Shock normo e ipo volemico

-          Anafilassi sistemica

-          Insufficienza respiratoria acuta

-          Fase acuta dell’asma bronchiale

-          Riacutizzazioni della BPCO

-          Embolia polmonare e trombosi venosa profonda

-          Edema polmonare acuto e insufficienza cardiaca congestizia

-          Dolore toracico

-          Crisi ipertensiva

-          Aritmie gravi

-          (Reazioni trasfusionali)

-          Compromissione dello stato di coscienza

-          Coma

-          Accidenti cerebrovascolari acuti

-          Crisi ipoglicemia

-          Intossicazioni acute ed avvelenamenti

-          Politrauma

-          Trauma cranico

-          Trauma toracico

-          Trauma addominale

-          Trauma apparato muscoloscheletrico

-          Ustioni

-          Addome acuto

Obiettivi relativi agli aspetti tecnico-assistenziali dell’area critica:

 

11.  Analizzare i principali problemi clinico-assistenziali e pianificare l’assistenza della persona in caso di:

-          Anestesia: farmaci, tecniche, vari tipi di anestesia.

-          ventilazione meccanica

-          drenaggio toracico

-          accessi vascolari

-          aumento della pressione endocranica

-          principali sistemi di monitoraggio delle funzioni vitali

-          applicazione di presidi di immobilizzazione temporanea del traumatizzato

-          mobilizzazione del traumatizzato

-           trasferimento  e trasporto del paziente critico

-          osservazione per l’accertamento di morte cerebrale

 

12.  Descrivere il bilancio idroelettrolitico e le principali implicazioni assistenziali nei pazienti critici

 

Contenuti

2 A - Argomenti di Medicina d'Urgenza

q  Anafilassi sistemica

q  Asma bronchiale acuto

q  Riacutizzazioni della BPCO

q  Embolia polmonare e trombosi venosa profonda

q  Edema polmonare acuto e insufficienza cardiaca congestizia

q  Dolore toracico

·         Angina

·         Infarto del miocardio

·         Dissezione aortica

·         Pericardite

·         Costocondralgia

·         Ernia iatale

·         Tamponamento cardiaco

q  Crisi ipertensiva

q  Aritmie gravi:

·          Fibrillazione striale

·          Tachicardia ad elevata frequenza ventricolare

·          Bradicardia

·          Fibrillazione ventricolare

q  (reazioni trasfusionali)

q  Sincope

q  Stato confusionale

q  Coma metabolico

q  Crisi ipoglicemica

q  Accidenti cerebrovascolari acuti

 

2 B - Argomenti di Chirurgia d'Urgenza

 

q  Valutazione e trattamento del paziente traumatizzato.

q  Ferite superficiali e profonde

q  Trauma cranico

q  Trauma toracico

q  Trauma addominale

q  Traumi apparato muscolo scheletrico

q  Ustioni

q  Emorragie acute del tratto digestivo

q  Addome acuto:

·         Ulcera peptica perforata

·         Appendicite acuta

·         Pancreatite acuta

·         Diverticolite acuta

·         Ernia strozzata

·         Infarto intestinale

·         Peritonite acuta generalizzata e circoscritta

·         Occlusione intestinale

·         Emoperitoneo ed emoretroperitoneo

 

2 C  - Argomenti di Anestesiologia

 

q  Insufficienza respiratoria acuta

q  Arresto cardiocircolatorio

q  Shock

q  Intossicazioni acute

q  Avvelenamenti

q  Compromissione dello stato di coscienza

q  Coma

q  Anestesia

·          Farmaci

·          Tecniche

·          Vari tipi di anestesia

q  Ventilazione meccanica

q  Terapia intensiva e rianimazione:

·         Accessi vascolari

·         Il bilancio idroelettrolitico

·         Esami clinico - laboratoristici in urgenza.

 

2 D - Argomenti di Infermieristica Clinica

 

q  Definizione di area critica

q  Il paziente critico

q  Il servizio 118: finalità, organizzazione, tipologia dei servizi offerti e loro caratteristiche.

q  Valutazione e stabilizzazione primaria e secondaria: il metodo ABCDE.

q  Il monitoraggio del paziente critico: stato di coscienza, cardiocircolatorio, respiratorio,  diuresi,  temperatura corporea.

q  Sistemi di triage nelle catastrofi

q  Il triage sul luogo del trauma

q  Il triage infermieristico in pronto soccorso.

q  La rianimazione cardiorespiratoria: il metodo BLS.

q  Assistenza a un paziente affetto da:

-          Politrauma

-          Trauma scheletrico

-          Trauma cranico

-          Ipertensione endocranica

-          Shock

-          Anafilassi sistemica

-          Ustioni gravi

-          Addome acuto

-          Crisi stenocardica

-          Dispnea acuta

-          Alterazione dello stato di coscienza

-          Ferite profonde, amputazione o sub amputazione

q  Assistenza a paziente sottoposto a ventilazione meccanica.

q  L’intubazione endotracheale

q  Gli approcci vascolari nel paziente critico, la gestione degli accessi venosi, arteriosi e delle principali terapie farmacologiche.

q  La nutrizione artificiale nel paziente critico: la nutrizione parenterale, la nutrizione enterale.

q  I sistemi di drenaggio: drenaggi addominali, toracici, intracranici.

q  I sistemi di immobilizzazione e di mobilizzazione nel paziente critico.

q  Elementi di pronto soccorso nei casi di traumatismi minori.

 

2 E - Argomenti trasversali ai quattro settori disciplinari

 

q   Concetti di :  emergenza, urgenza, catena del soccorso e della sopravvivenza.

q   Il Sistema di Emergenza Sanitaria: l’organizzazione del sistema sanitario extra ed intra ospedaliero, caratteristiche strutturali ed organizzative di pronto soccorso - DEA, rianimazione ed altre terapie intensive

q  Concetti di morte cerebrale, accanimento terapeutico ed altre problematiche etiche riguardanti l’area critica.

q  La relazione con il paziente critico e con i suoi familiari, aspetti psicorelazionali di risposta all'evento da parte di paziente, familiari ed operatori e strategie di assistenza

q  L’ informazione e la comunicazione con il paziente critico ed i suoi familiari

q  La gestione dell’ansia e delle reazioni emotive dell’operatore in determinate situazioni critiche

 

Testi di riferimento 

  • FONTANELLA JM, CARLI P, LARENG L, NEMITZ B, PETIT P. I materiali e le tecniche di rianimazione pre-ospedaliera. Ablet Edizioni, Città di Castello 1995
  • A.GENTILI, M.NASTARI, L.A.RIGON, C.SILVESTRI, P.TANGANELLI Il paziente critico C.E.A. 1999
  • A.OWEN Il monitoraggio in area critica 2ed. Mc Graw Hill 1998
  • AMERICAN HEART ASSOCIATION Manuale ACLS Masson, Mlino 1998
  • GRANT HD,MURRAY,BERGERON JD. Pronto soccorso e interventi d’emergenza. Mc Graw Hill, Milano 2001
  • L.ULLRICH, A.LAMERS-ABDELLA Procedure infermieristiche in terapia intensiva Masson 1999
  • N.H.DIEJENBRACK Guida pratica in area critica Mc Graw Hill 2000
  • NATIONAL ASSOCIATION OF EMERGENCY MEDICAL TECHNICIAN. COMMITE ON TRAUMA OF THE AMERICAN
  • COLLEGE OF SURGEON. PHTLS  Prehospital Trauma Life Support , edizione italiana a cira di R. Adduci G. Bruno
  • Centro Scientifico Editore, Torino 2001

 

Prerequisiti (conoscenze di base che lo studente deve possedere per accedere al corso)

conoscenze generali di anatomia e fisiologia

  • conoscenze generali di metodologia della pianificazione assistenziale ed infermieristica di base
  • conoscenze di fisiopatologia e medicina generale
  • conoscenze di chirurgia generale e farmacologia
  • Metodi didattici           Lezioni frontali
  • Didattica a piccoli gruppi
  • Esercitazioni di pianificazione assistenziale su casi, a piccoli gruppi
  • Esercitazioni pratiche in situazioni simulate
  • Seminari multidisciplinari su argomenti specifici

 

Modalità di verifica dell'apprendimento

Esame finale di corso integrato

Valutazione:  voto finale 

Tipo esame: scritto e orale congiunti

 Altre informazioni:

Durante l’attività didattica formale verranno proposte dai docenti numerose attività di didattica opzionale per l’approfondimento di tematiche specifiche riguardanti l’area critica.

 

 

Note

I semestre

 
 
Ultimo aggiornamento: 18/04/2016 11:09
Campusnet Unito
Non cliccare qui!